LA BANCHE CERCANO CASA, SI LA TUA: DI MAIO A MATTINOCINQUE

04/03/2016 - #RitirateIlDecreto che mette a rischio le case degli italiani

Ci avevano rassicurato su Equitalia e sulla legge Fornero, dicendo che lo voleva l'Europa, poi hanno aggredito i nostri stipendi, attaccato l'articolo 18 e approvato il Jobs Act per favorire i licenziamenti. Adesso, con la scusa di una direttiva europea, stanno provando a mettere le mani sul bene più prezioso delle famiglie italiane: la casa.

In base al vergognoso decreto che il Governo Renzi vuole approvare, se un cittadino è in ritardo di 7 rate (anche non consecutive) su un mutuo di 30 anni, la banca può prendersi la sua casa e venderla senza neanche passare per il tribunale. In questo modo si dà la possibilità al mondo bancario di mettere le mani ancora una volta sui risparmi dei cittadini, con una norma che consente ai malintenzionati di raggirare gli italiani con truffe e disinformazione.

Non è né il primo nè l'ultimo regalo alle banche da parte del Governo Renzi, che per salvare quattro banche - tra cui quella in cui il padre del Ministro Boschi faceva il vice presidente - ha azzerato i risparmi di 139.000 cittadini italiani. È normale che il Presidente delle banche italiane faccia il suo mestiere avvantaggiando le banche, il problema è che il Governo non fa il suo mestiere. E cioè difendere i cittadini. #LaCasaNonSiTocca (Luigi DI MAIO - M5S)