Immigrazione: Dentro il calderone c'è lo Stato miliardi a coop e mafia, lo sfogo del Procuratore

Tutto il business che gira intorno all'immigrazione è "un caso di stato", ecco svelati gli affari che a partire da Mafia Capitale, gestivano insieme ai partiti, mafia e Coop enormi flussi di finanziamenti pubblici, veri e propri pezzi di stato che si piegavano al volere della criminalità organizzata. Nel video il procuratore capo della Repubblica di Caltagirone in Parlamento mette a punto tutto il giro di affari che muove l'immigrazione, le tragedie in mare afferma, sono la base che muove questo sistema marcio, perchè senza i morti in mare non arriverebbero nemmeno i fondi Europei, e lo dimostra la recente inchiesta, di Cattania, che vede indagato, per turbativa d'asta per gli appalti di Cara Mineo, il sottosegretario di Stato G. C. Precisando che l'Unione Europea ha stanziato al problema, 4 miliardi nel periodo 2007-2014 e sono in corso altri 3,2 miliardi per il periodo tra il 2014-2020, ricordando l'intercettazione di Buzzi che diceva a telefono, che il problema immigrazione rende più della droga. Secondo la delegazione del M5S del parlamento Europeo, l'Italia, dovrebbe chiedere all'Europa meno finanziamenti e più solidarietà da tutti gli stati aderenti all'Unione.